News

Assegnato il premio «lanostraStoria.ch»

Lugano, martedì 3 luglio 2018 – Nella mattinata di martedì 3 luglio è stato assegnato il premio del portale di storia partecipativa «lanostraStoria.ch». Destinato ai giovani di età inferiore ai vent’anni, il premio ha stimolato i giovani e le classi dei diversi ordini scolastici
della Svizzera Italiana a cimentarsi con il tema: «la storia della Svizzera italiana attraverso quella della famiglia».

La giuria del concorso, composta dal presidente Pio Pellizzari e dai membri Maurizio Binaghi, Daniele Bollini, Alberto Cattaneo, Franco Milani ed Alessio Petralli ha dichiarato vincitore del premio Loris Genovese, del quale «la giuria ha particolarmente apprezzato l’originalità del tema, le accurate ricerche intraprese per la raccolta delle informazioni esposte e soprattutto l’uso pertinente e adeguato delle tecniche offerte dalla piattaforma.»

Il giovane di quarta media, che ha condotto una ricerca sul paese di Sant’Antonino, ha ricevuto il premio da Maurizio Canetta, presidente della Fondazione «Patrimonio Culturale RSI», e da Pio Pellizzari, presidente della giuria.

Il sito web «lanostraStoria.ch» è una piattaforma di storia partecipativa dedicata alla Svizzera italiana. Condivide le tecnologie e gli orientamenti editoriali di «notreHistoire.ch», sito attivo da una decina d’anni nella Svizzera francese. Grazie alla costante crescita degli utenti iscritti e al numero dei documenti pubblicati, «lanostraStoria.ch» sta emergendo come lo strumento editoriale più̀ versatile per consentire a chi ha a cuore la Svizzera italiana di contribuire a documentarne la storia attraverso la pubblicazione individuale e spontanea di foto o video del passato.

Istituita a Lugano nel 2014, la Fondazione Patrimonio Culturale della Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana (RSI) nel suo statuto si pone i seguenti obiettivi principali: la promozione di progetti volti alla cura e alla conservazione del patrimonio audiovisivo RSI (attraverso la digitalizzazione dei documenti ancora su supporto analogico e su pellicola), e la promozione di progetti specifici atti a migliorarne l’accessibilità e la consultazione gratuita da parte del grande pubblico.

La Fondazione nel raggiungimento di tali obiettivi non persegue alcun fine commerciale. Essa s’impegna a tutelare e a valorizzare un patrimonio archivistico che, in quanto bene collettivo, è la testimonianza nel tempo della cultura e della storia di una società e del suo territorio.

 

Per ulteriori informazioni:
lorenzo.decarli@lanostrastoria.ch
+41 79 249 40 36

 
RSI_Premiazione-001_2.jpg

 

Concorso «lanostraStoria.ch»

La nostra storia è anche la tua.
Aiutaci a scriverla

Comano, 16 novembre 2017 

La Fondazione Patrimonio Culturale RSI ha lanciato un concorso per premiare i contenuti e i dossier più interessanti sul tema: la storia della Svizzera italiana attraverso quella della famiglia, pubblicati entro il 16 marzo 2018 sul portale «lanostraStoria.ch» da giovani di età inferiore ai vent’anni.

Con foto, video, testi e audio dedicati alla storia della Svizzera italiana, lo scopo del concorso è il progetto stesso del portale «lanostraStoria.ch»: partire dalla storia minuta, anche quella familiare, per arrivare alla storia collettiva.

L’obiettivo del concorso è quello di stimolare creativamente i giovani e le classi dei diversi ordini scolastici della Svizzera Italiana a cimentarsi in una ricerca che li porti alla scoperta del proprio legame affettivo, del comune senso identitario e di appartenenza ad una storia sociale e culturale che è collettiva. Il tutto attraverso le emozioni. 

Come partecipare?

È molto semplice. Basta creare un account sul portale «lanostraStoria.ch», dopodiché tener d’occhio un solo pulsante: «Aggiungi un documento». È l’interfaccia a far da guida, semplice, efficace e sicura. 

Dopo aver pubblicato i documenti che si desidera destinare al concorso, non resta che segnalare la propria candidatura entro il 16 marzo 2018, inviando un messaggio all’indirizzo concorso@lanostrastoria.ch.

Il concorso è aperto anche ai molti giovani discendenti di emigranti della Svizzera italiana sparsi un po’ in tutto il mondo.

Il Regolamento

Chi ha aperto un account sul portale «lanostraStoria.ch» sa che per pubblicare foto e video deve attenersi ad una linea di condotta che, in pratica, consiste nell’avere rispetto degli altri e dei diritti d’autore. Per chiarire questi aspetti e fornire tutte le informazioni necessarie è stato redatto un Regolamento che si suggerisce di consultare.

La Giuria e i premi

Una giuria di esperti di comunicazione e di insegnanti assegnerà due premi: uno dedicato al singolo partecipante ed uno alla classe. Per i criteri di valutazione che saranno adottati ed i premi che saranno assegnati, si rimanda il lettore al Regolamento citato sopra (in part. §§. 4 e 6).

Presidente della giuria

Pio Pellizzari, membro Fondazione Patrimonio Culturale RSI e direttore Fonoteca Nazionale svizzera, FN

Membri della giuria

Maurizio Binaghi - docente ed esperto di storia e civica, DECS
Daniele Bollini - docente ed esperto / consulente di storia e civica, DECS
Alberto Cattaneo - docente IUFFP, esperto di innovazioni nella formazione professionale
Franco Milani - presidente eletto Pro Grigioni Italiano, Pgi
Alessio Petralli - direttore Fondazione Möbius, Lugano

 


Con "lanostraStoria.ch” la storia diventa di tutti

Bellinzona, 1. giugno 2017 – È online la nuova piattaforma web partecipativa dedicata alla storia della Svizzera italiana.

Il progetto editoriale si chiama lanostraStoria.ch e ricalca l’originale notreHistoire.ch nato in Svizzera romanda nel 2009 da un’idea della Fonsart - Fondation pour la sauvegarde du patrimoine audiovisuel de la Radio Télévision Suisse.

Il progetto ambisce, grazie alla sua forte dimensione partecipativa, a tratteggiare la storia di una regione linguistica della Svizzera e a documentare le peculiarità culturali e sociali di un territorio in continua evoluzione.

I ricordi di vita quotidiana conservati negli archivi privati e familiari rappresentano tracce di vita individuale che assumono una valenza per la narrazione della storia collettiva di una regione. La messa in rete dei materiali provenienti da archivi privati con i contenuti delle collezioni di istituzioni della Svizzera italiana, contestualizza e amplifica il valore storico del singolo documento. Fornisce anche l’occasione per creare percorsi di lettura personalizzati, grazie alla possibilità di condividere e utilizzare immagini, documenti sonori, video e testi provenienti da diverse fonti.

Insieme ai documenti d’epoca, sul portale lanostraStoria.ch trovano posto anche documenti odierni. Questi contenuti d’attualità permetteranno di guardare in prospettiva la storia della Svizzera italiana, dando a tutti la possibilità di divenire attori partecipi e testimoni dell’evoluzione dei paesaggi, del contesto urbano, dei modi di vita e delle mentalità.

Ad oggi già diverse istituzioni pubbliche e private, nonché appassionati, hanno aderito al progetto e altre hanno previsto di farlo. Tra queste in prima fila, la RSI.

Fra i promotori dell’idea che collaborano dal punto di vista editoriale, offrendo il loro supporto scientifico, vi è il DECS, con il Sistema per la valorizzazione del patrimonio culturale (SVPC) facente capo alla Divisione della cultura e degli studi universitari (DCSU).

lanostraStoria.ch è online dal 1. giugno 2017, data della conferenza stampa di lancio tenutasi a Bellinzona a Palazzo delle Orsoline.

Tutti i privati cittadini, i gruppi d’interesse, le associazioni, le aziende e le istituzioni private e pubbliche sono invitati ad aderire e a dare il proprio contributo a questo progetto straordinario, commentando i documenti disponibili, pubblicandone di propri e creando dossier con i materiali già disponibili sul portale.

 
  Copyright © TECHE RSI

Copyright © TECHE RSI